“La specie artificiale” – Stato & Potenza

HyperHouse

Recensione a La specie artificiale, di Riccardo Campa, saggio transumano uscito per la Delevya Editore. Nell’articolo, interessanti passi di filosofia applicata al sociale, alle ideologia religiose, alla politica e all’antropologia, di cui vi segnalo questi ampi passi:

Per Campa sono sostanzialmente due le bioetiche che, nelle loro diverse sfumature interne, si contrappongono in tutti questi casi: da una parte una bioetica “cattolica”, “bioconservatrice”, che nel solco della tradizione giudaico-cristiana guarda con aperta o velata ostilità alle sempre maggiori capacità dell’uomo di incidere sulla propria vita biologica, sottraendola al monopolio divino e naturale; dall’altra una bioetica “laica”, “bioprogressista”, che sul solco della tradizione pagana, rinascimentale, nietzschiana e poi futurista, saluta invece come un fatto estremamente positivo, e rispondente alla profonda aspirazione della specie umana, la sempre maggiore capacità dell’uomo di riuscire ad acquisire conoscenza e potere anche sui meccanismi che regolano la propria vita biologica.

Quella “laica”/“bioprogressista”…

View original post 514 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...