Sempre sul coattismo fantascientifico

ilcantooscuro

E’ interessante vedere come il dibattito sulla “fantascienza coatta” si sia concentrato sulla rappresentazione della violenza. Evidenzio l’autorevole parere di Manieri

Dunque, sul guardare a Tarantino come modello, non potrei essere meno d’accordo. Sarebbe come copiare da un amanuense e pure parecchio scadente. Ci sono esempi notevolissimi di fantascienza popolare, che poi fantascienza popolare è un pleonasmo. La fantascienza è popolare. Anche quella diciamo più, complessa, se il termine sociologica non piace, lo è. Si pensi a Hamilton, Raymond, Conan Doyle e Gibson. . Lo stesso Dick, che è forse il più frainteso degli autori”impegnati”, bilancia la riflessione e l’analisi con l’azione. Per azione non intendo raggi laser e inseguimenti ma scene in sequenza. Ci sono distanze siderali l’uno dall’altro ma nessuno ha mai inteso scassare le balle al lettore. Al cinema, potrei citare Carpenter, Cronenberg, Miller, Spielberg, Wise, Scott. Quindi, per concludere anche io con una chiosa, se perdete…

View original post 320 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...