Dalla Terra di Nessuno alla Terra di Mezzo

Il Tredicesimo Cavaliere

Tolkien e la Grande Guerra

“Nel terriccio della mente”. Con questa sua tipica frase J.R.R.Tolkien intendeva dire che i semi di idee, ricordi, impressioni, fantasie, suggestioni giacevano a fermentare e poi crescere e germogliare per dar vita a quanto scriveva, tutto plasmato dalla sua prodigiosa immaginazione. Il suo Mondo Secondario, teorizzato nella fondamentale conferenza (poi saggio)  “Sulle fiabe”, elaborata per rispondere all’accusa di escapismo lanciatagli contro dai critici progressisti dopo l’uscita de Lo Hobbit  nel 1937, nasce così.

DeTurris-WWILa Terra di Mezzo con la sua geografia, la sua cosmologia, i suoi popoli, i suoi protagonisti e i suoi linguaggi, ha quindi una origine lunga, tormentata e assai complessa, che può quindi essere interpretata in modi diversi a causa delle molteplici suggestioni che ne sono base, anche se le ragioni fondamentali della sua creazione, come Tolkien disse, sono due: linguistica e mitologica. Facciamo un esempio: Se si pensa alla descrizione di…

View original post 559 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...