Tutto quel blu | SherlockMagazine

HyperHouse

Su SherlockMagazine recensione esaustiva, anche se compressa, di Tutto quel buio, di Cristiana Astori. Un estratto:

Torino invernale. Susanna Marino (soffre di narcolessia), venuta fuori da una vicenda tragica vissuta in Tutto quel rosso, si laurea con una tesi su Dario Argento. In cerca di lavoro accetta la proposta dell’investigatore privato Roberti di ritrovare L’autuomo, film di Marco Masi del 1984, rarissima copia pirata in videocassetta. Nello stesso tempo un assassino fa fuori persone che portano il nome di Stefano Salvatori (perché?) e parallela si snoda pure la storia del ragazzino Alex alla ricerca del padre, coadiuvato dalla figura, o meglio dallo spirito di Bon Scott (cantante rock), che lo segue nel suo percorso. Personaggi della polizia standard con lo scontro tra il commissario Francesca Sanniti, fortemente determinata, e la macchietta dell’incapace sovrintendente Fani.

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...