Emily St. John Mandel, “Station Eleven”

The Omega Outpost

Emily St. John Mandelnel suo ultimo romanzo, Station Eleven, adotta uno scenario in stile post-apocalittico tra i più noti: un nuovo ceppo virulento di influenza spazza via il 99% dell’umanità, personaggi asserragliati nei grattacieli mentre intorno il mondo crolla, anni durante i quali i sopravvissuti percorrono le strade alla ricerca di vestigia della civiltà che fu, sedicenti profeti, nuovi miti, violenza e barbarie.

Mentre, tuttavia, la maggior parte dei romanzi post-apocalittici dedicano ampio spazio a narrare orrore e distopia, Station Eleven è giocato tra momenti del mondo presente (anni dopo il collasso globale, allorché il peggio è passato e sopravvissuti si sono uniti in insediamenti isolati) e flashback del passato, stringendo connessioni tra i personaggi e tra situazioni peculiari del prima e del dopo.

In particolare tra il prima e il dopo, torna un fumetto disegnato a mano da Miranda e chiamato Station Eleven, che sopravvive miracolosamente…

View original post 370 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...