Aural Tools #1 – Trifoglio, holistic listening experience | Neural

HyperHouse

[Letto su Neural.it]

Come per molte delle nostre tecnologie di consumo, la prospettiva storica del sound recording è stata quella di una sua progressiva banalizzazione. Se i primi ascoltatori di musica registrata alla fine del 19° secolo pensavano di stare vivendo una specie di magia e gli esoterici della cultura audiophile affermatasi negli anni ’60 e ’70 nutrivano una vera e propria ossessione per l’hi-fi, oggi è comune ascoltare la musica in streaming direttamente da un telefono portatile, da un tablet o da un cellulare, spesso con una qualità di riproduzione inferiore a quella che la generazione dei nostri bisnonni avrebbe ascoltato su un grammofono. Inoltre, con la rapida ascesa dei servizi di streaming, le registrazioni musicali stanno diventando obsolete in molti contesti. È interessante poi notare come certi artisti ed editori musicali nel rispondere a questi sviluppi propongano particolari alternative. Aural Tools è un edizione di oggetti proposti…

View original post 352 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...