Childhood’s End, il primo trailer della miniserie ispirata al romanzo di Arthur C. Clarke

KippleBlog

Oggi vi presentiamo il primo trailer della nuova miniserie televisiva Childhood’s End, ispirata all’omonimo romanzo del grande scrittore britannico di fantascienza Arthur C. Clarke. La miniserie, che sarà trasmessa a dicembre negli States nell’arco di tre serate da SyFy, vedrà fra gli attori anche i volti noti di Mike Vogel e Charles Dance.

 

View original post

L’Antico, gli Antichi e il culto segreto – Carmilla on line ®

HyperHouse

Su CarmillaOnLine un bell’articolo di Danilo Arona, volto a indagare le trame dell’occulto e di H.P. Lovecraft con il suo mondo trascendente e orrendo di potenza oscura, posto in una qualche dimensione adiacente alla nostra, da cui mi sento avvolto in questi giorni, mentre rileggo e progetto cose di e con Danilo, mentre i messaggi si susseguono uno sull’altro e la rete mi avvolge in uno splendido oblio complesso. Un estratto:

Lovecraft quindi come “strumento inconscio” per aprire una certa porta? Autore di una narrativa che mimetizza esperienze occulte realmente vissute e in grado di agganciare altri mondi paralleli? Nel mondo dell’occultismo contemporaneo, tutti gli “addetti ai lavori” sono ormai convinti che, per quanto prodotto di fantasia, il Necronomicon sia dotato di una sua sinistra e autonoma forma di esistenza e in grado di aprire quella porta e consentire agli esseri mostruosi dell’Altra Realtà di penetrare nel nostro…

View original post 341 altre parole

Le variazioni di Gernsback: storie di fantamusica ∂ Fantascienza.com

HyperHouse

Fantascienza.com segnala una pubblicazione curata, tra gli altri, da Gian Filippo Pizzo: Le variazioni di Gernsback — Storie di Fantamusica.

Questa antologia comprende in tutto undici racconti scritti da autori italiani, fatta eccezione per tre che sono di autori stranieri del calibro di Michael Bishop, Robert Silverberg e Douglas Smith. Gli autori italiani sono Giulia Abbate, Danilo Arona, Giovanni Burgio, Stefano Carducci e Alessandro Fambrini, Elena Di Fazio, Loredana Pietrafesa, Franco Ricciardiello, Piero Schiavo Campo. La musica doveva avere un ruolo fondamentale nell’economia della storia e non doveva essere soltanto uno sfondo.

Nella “introduzione” i tre curatori hanno scritto: “abbiamo dunque racconti in cui la musica serve da deterrente contro pericoli alieni, racconti in cui computer e robot cercano di minare la creatività umana, riproposizione di spettacoli classici su altri pianeti, spiriti di musicisti scomparsi che si reincarnano…

View original post 37 altre parole

Non pervenuto

HyperHouse

Complessivamente le divergenze si attestano sulle note istantanee del presente, mostrando i segni di un’angoscia di portata inumana, non comprensibile dai gangli meccanici cerebrali incarnati.

View original post

Niente è mai come sembra, mai.

Esce The massacre of the Mermaids, la nuova raccolta di Alessandro Manzetti | Kipple Officina Libraria

HyperHouse

[Letto su KippleBlog]

Siamo orgogliosi di presentarvi la raccolta in lingua inglese The massacre of the Mermaids – quarta uscita della collana K_Noir – che vede protagonista Alessandro Manzetti con una selezione di sette racconti, editati da Jodi Renee Lester, appartenenti alla produzione più oscura dell’autore, ormai consacrato nell’Olimpo della letteratura più estrema con la nomination per lo Stoker Award 2014, Elgin Award 2015 e il Rhysling Award 2015. La cover è dell’artista inglese Ben Baldwin.

L’apocalisse disumana di cui si fa cantore Alessandro Manzetti esplora – ed esplode – ogni perversione e paraphilia, mostrandone le definizioni immorali presenti e futuribili, attraverso nuovi sguardi e prospettive sull’agghiacciante abisso della bestialità umana.

La quarta

Può l’umanità sfociare nella perversione più estrema e obbligarci a osservare l’essenza del male? Secondo Alessandro Manzetti non v’è dubbio e c’è da credergli mentre ci accompagna nell’oscura discesa, dove la carne e…

View original post 197 altre parole

Sinestesia: un fenomeno cross-sensoriale | OggiScienza

HyperHouse

Sulla sinestesia. Da Oggiscienza; un estratto che chiarisce ben bene cosa s’intende per quella particolare percezione:

I sinesteti hanno connessioni molto forti tra aree diverse del cervello, specialmente tra l’area che riteniamo deputata al linguaggio e quella legata ai colori: questi legami, spiega Goodhew, portano a un effetto scatenante da parte di uno stimolo che, agendo in una regione cerebrale, determina l’attività di un’altra. “Succede di ascoltare le forme, perché un triangolo scatena l’esperienza di un suono o un colore. Oppure capita che ascoltando un suono un sinesteta percepisca un certo sapore. C’è stata una persona per la quale i profumi avevano forme particolari. Ad esempio il profumo d’aria fresca è rettangolare, il caffè è una sorta di bolla e ciò che è rotondo e quadrato si può annusare”.

View original post

Rimescolamento dimensionale

HyperHouse

Il rimescolamento dimensionale agisce lì dove l’abisso l’abisso si trasforma in limite.

View original post

Chamber of deputies – Carmilla on line ®

HyperHouse

Da CarmillaOnLine questo fulminante pezzo di Alessandra Daniele che getta luce da incenerire sulla realtà dei controlli sociali.

La conduttrice si volta verso il suo ospite.
– Che ne pensa di questa polemica?
– Non posso che associarmi alla dichiarazione del premier in merito, perché sono un leccaculo che non ha un’opinione autonoma.
– Cosa?…
– Ho detto che sono un cialtrone incompetente e servile, capace solo di ripetere a pappagallo le balle del premier e di eseguire i suoi ordini. Ed è per questo che mi ha nominato.
– E lo dice così?

View original post 145 altre parole

RITUAL – The Next Vision of Clubbing, Torture Garden Italy 2015

HyperHouse

Sabato 25 aprile si svolgerà a Roma il Torture Garden Italy 2015, festa dedicata al mondo fetish, BDSM e alle performance legate dalla sessualità estrema al mondo musicale alternative (dark, electro, alt). @Rude, via Pietro Micca 7a.

View original post