KARMA CITY BLUES

Buona giornata, internauti. Della serie ‘solo quelli che mi piacciono’ rispolvero Karma City Blues, di Giovanni De Matteo.

Il mio voto è 10, poi ognuno ha ovviamente i suoi gusti. Stavolta lascio un piccolo estratto, vediamo se vi ispira…

“Dalla piattaforma intercontinentale di Bouvetøya posso godere di una visuale privilegiata. Tra la Terra e le stelle, tra il mondo dei vivi e quello dei morti, questo regno non è altro che l’intersezione dei sogni proiettati da tutti gli intelletti artificiali abilitati a operare e tenere in vita la Borsa Globale. In questo mondo di mezzo vige un’unica legge, il più adatto sopravvive. È tutto qui, un AMH come me: Spike farebbe meglio a non dimenticarsene mai. Sono pur sempre un ibrido umano/algoritmico circondato da un branco di affamati predatori artificiali, molto più veloci ed efficienti di quanto potrò mai sognare di essere. E questo è il loro regno: tu sei un intruso, mettitelo bene in testa, e se non saprai dimostrarti in anticipo abbastanza sveglio, abbastanza rapido, abbastanza efficace, il tuo destino sarà segnato ancora prima di commutare sulla matrice.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...