IL GIARDINO DI RAMA

Buona giornata, Internauti. Bene… della serie ‘solo quelli che mi piacciono’ stavolta non è proprio così.

Abituato ai romanzi di Clarke “Il giardino di Rama” mi ha lasciato con un po’ di amaro in bocca. È un romanzo SF del ’91 scritto da Arthur C. Clarke insieme a Gentry Lee, il seguito “Incontro con Rama” pubblicato nel ’73 e di Rama II del 1989. Entrambi letti e apprezzati.

Purtroppo, già i testi in versione diario mi hanno sempre portato a una modalità narrativa spesso e volentieri dispersiva e noiosa (parere o problema mio), in questo caso la storia imbastita da Clarke-Lee mi appare ‘slacciata’, non dalla SF ma da se stessa. Nulla da dire sulle capacità di ‘mestiere’ degli autori a svolgere un percorso narrativo che c’è ma non mi fluisce proprio, bravi, però l’ho recepita come un flusso di parole a riempire spazi di poco o nulla.

Bravi, ripeto, ma a tratti mi sono veramente rotto i… coriandoli. Gli do la sufficienza ‘ad honorem’, a Clarke, per capacità narrativa e meriti acquisiti. Da lì a consigliarlo… mi astengo.

Se vuoi supportare la crescita di ‘Diario…’ trovi quest’articolo anche su:
https://connectiveworld.wordpress.com
https://www.facebook.com/marcomilanidiariodiunoscrittorepigro
https://www.instagram.com/diariodiunoscrittorepigro/
 
************************
Tutti i titoli MMLibri su: https://mmlibri.wordpress.com
************************
Personal pages: http://www.domist.nethttps://www.marcomilani.eu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...